Il patrimonio del Fondo potrà essere investito in beni immobili già realizzati e a reddito, eventualmente da ultimare, ristrutturare e restaurare o manutenere (esclusi cambi di destinazioni e sviluppi immobiliari greenfield).

La due diligence sulle opportunità di investimento viene effettuata da CDPI SGR sulla base della procedura internamente adottata e sul rispetto dei seguenti principi:

  1. sostenibilità economico finanziaria di ogni operazione, da valutare sulla base di criteri di mercato;
  2. presenza di un interesse pubblico sotteso alle operazioni poste in essere. In tal senso, senza pretesa di completezza, sono espressamente considerate d’interesse pubblico tutte le seguenti operazioni:

(a) acquisizioni di immobili da privati con la finalità di favorire lo scorporo della proprietà immobiliare dalla gestione alberghiera;

(b) acquisizioni di immobili da privati che contribuiscono all’incremento dell’offerta turistica, sia in termini quantitativi che qualitativi, quali, tra l’altro:

  • acquisizioni di immobili ad uso alberghiero nell’ambito di procedure concorsuali o da gruppi o società in difficoltà finanziarie, al fine di evitarne l’uscita dal mercato con conseguenti ricadute sull’offerta turistica o l’occupazione o l’indotto;
  • acquisizioni di immobili al fine di locarli a gestori alberghieri per favorirne la crescita dimensionale, in termini di numero di strutture gestite, e la competitività;
  • acquisizioni di immobili ad uso alberghiero a fini di ristrutturazione, con miglioramento della quantità e della qualità dei servizi offerti (e.g., incremento delle stanze, upgrade della struttura a una categoria superiore o ridimensionamento della stessa per incontrare una domanda di mercato diversa), con particolare riguardo ad aree turisticamente meno sviluppate e con un potenziale inespresso (e.g., le regioni del meridione d’Italia);

(c) in aggiunta a quanto precede, operazioni che abbiano ripercussioni positive sui livelli occupazionali.

In genere, nella gestione del patrimonio del Fondo, la SGR verificherà la possibilità di coinvolgimento di operatori di mercato nelle operazioni, con diverse modalità (e.g., co-investitori, locatori/gestori delle strutture, finanziatori, ecc.).