La due diligence sulle opportunità di investimento viene effettuata da CDPI SGR sulla base della procedura internamente adottata e sul rispetto dei seguenti principi:

(a) investimenti in operazioni che mostrino sostenibilità economico - finanziaria, da valutare sulla base di criteri di mercato;

(b) presenza di un interesse pubblico sotteso alle operazioni poste in essere. In tal senso, senza pretesa di completezza, si considera rispettato il requisito dell’interesse pubblico nelle seguenti tipologie di operazioni:

(i)        interventi che coinvolgano immobili di provenienza pubblica, intendendosi per tali gli immobili di proprietà pubblica ovvero gli immobili acquisiti da società appartenenti al gruppo di CDPI SGR ovvero da fondi da esse partecipati, nell’ambito di attività di valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico;

(ii)      interventi che implichino costruzioni in ambiti di rigenerazione e riqualificazione urbana;

(iii)     nell’interesse del sistema economico-produttivo del Paese e della crescita dell’occupazione, a supporto dei settori della ricerca, dell’innovazione e delle applicazioni digitali, creazione di strutture per la formazione a ogni livello orientata allo sviluppo delle relative competenze;

(iv)      nell’interesse del sistema economico-produttivo del Paese e della crescita dell’occupazione, a supporto dei settori della ricerca e dell’innovazione, anche tecnologica, creazione di strutture per l’avvio o lo sviluppo di nuove attività imprenditoriali;

(v)       operazioni di investimento che presentino almeno una delle seguenti caratteristiche:

  1. siano destinatarie di contributi pluriennali, pubblici o comunitari, di sovvenzioni o di agevolazioni pubbliche o comunitarie, sotto qualsiasi forma, anche indiretta, per la realizzazione di investimenti e di forniture di interesse nazionale;
  2. siano realizzate in forza di concessioni di beni pubblici anche demaniali, di contratti pubblici di appalto ovvero di concessione aventi ad oggetto lavori o servizi, nonché opere pubbliche realizzate attraverso il ricorso a contraente generale, affidati da Stato, regioni, enti locali, enti pubblici e organismi di diritto pubblico;
  3. siano realizzate in esecuzione di accordi tra Stato, regioni, enti locali, enti pubblici od organismi di diritto pubblico e (i) uno o più Paesi terzi, ovvero (ii) Istituzioni dell’Unione Europea o di Stati membri della stessa;
  4. siano realizzate nella forma del partenariato pubblico – privato, anche attraverso società a capitale misto o comunque siano realizzate da società o altro tipo di soggetto giuridico ai quali partecipano in misura prevalente, anche indirettamente, Stato, regioni, enti locali, enti pubblici od organismi di diritto pubblico;
  5. siano inseriti in programmi, piani o altri strumenti di programmazione di Stato, regioni, enti locali, enti pubblici od organismi di diritto pubblico;
  6. siano co-finanziate - anche indirettamente - dalla Banca Europea per gli Investimenti;
  7. siano finalizzate ad assolvere i compiti istituzionali di Stato, regioni, enti locali, enti pubblici e organismi di diritto pubblico, anche se realizzate e gestite con partecipazione maggioritaria di soggetti privati.